Vai ai contenuti

Menu principale:

Barocco Moderno e Classico

Il Frisone


Linee Barocco Moderno e Classico


Le classificazioni in barocco moderno e sport non sono delle vere e proprie classificazioni ma sono solitamente utilizzate in Olanda per parlare in generale della morfologia del frisone. I termini Olandesi infatti corrispondono a pesante e leggero, quindi sono tutt’altro che una classificazione rigida di questi aspetti.
Il cavallo frisone é uno, con caratteristiche morfologico-funzionali specifiche che vengono valutate in sede di rassegna morfologica qui si potrà consultare gli
standard di razza. Esistono di fatto linee di sangue che trasmettono piú marcatamente alcune caratteristiche e incroci di linee che vengono utilizzati per scegliere la tipologia di cavallo che si desidera (dato che comunque parliamo di genetica e non matematica) ottenere.
Gli anteriori e pastorali piú corti, collo e petto piú robusto, schiena piú corta e quella che viene definita conformazione discendente (groppa leggermente piú alta e garrese leggermente piú basso e spesso spalla piú o meno spiovente) altre linee invece trasmettono anteriori e pastorali piú lunghi, collo e petto piú sottili, schiena piú lunga e quella che viene definita conformazione ascendente (groppa leggermente piú bassa e garrese leggermente piú alto e spesso spalla piú inclinata). Alcuni chiamano la prima Barocca e la seconda Moderna ma non sono due tipi di frisone, bensí caratteristiche che sono sempre esistite nel frisone, come si può vedere sotto:


                                 Ygram 240 (1969)                                               Detmer 245 (1971)                                                             Franke 251 (1972)

La valutazione in sede di rassegna morfologica si basa su 5 categorie (Caratteristiche di razza - Morfologia - Piedi e gambe - Passo – Trotto) a loro volta suddivise in sottocategorie. In base al Linear score che é il modulo di valutazione utilizzato dalla giuria kfps alle rassegne. Come si vede sotto, ad esempio, le caratteristiche di razza sono suddivise in testa/attaccatura testa e collo/ collo e per ciascuna la giuria puó dare un punteggio da 5 a 45. Le caselle grigie sono i punteggi ´ottimali o preferibili´ in base alle caratteristiche ideali del frisone:

Questo vale per tutte le 5 categorie (Caratteristiche di razza - Morfologia - Piedi e gambe - Passo – Trotto). Nella parte finale del modulo, la giuria indica la media/il voto definitivo per categoria (in base ai punteggi parziali indicati sopra) e l’eventuale premio assegnato


L´obbiettivo principale della valutazione é quella di individuare le caratteristiche del cavallo e le possibili attitudini/predisposizioni dello stesso affinché il proprietario possa decidere come utilizzarlo (allevamento, sport etc).

Per le fattrici, é importante per la valutazione del cavallo stesso, e soprattutto per individuare i punti di forza/deboli da considerare o migliorare nell’allavamento, scegliendo uno stallone approvato con caratteristiche di compensazione. A tale scopo, la KFPS stampa ogni anno una rivista con informazioni dettagliate sugli stalloni approvati. Come probabilmente saprete,
la selezione degli stalloni é molto severa e resta temporanea per 4 anni alla fine dei quali, in base ai risultati della progenia, l’approvazione viene confermata o ritirata. Le informazioni sono espresse in un grafico (vedi sotto), basato sul linear della sua discendenza e danno ad allevatori, proprietari di fattrici e anche semplici acquirenti, un’idea rapida delle caratteristiche trasmesse e quindi un aiuto a scegliere (solo sulla carta, ovviamente) lo stallone per l’inseminazione o il soggetto per uso proprio con le caratteristiche che si preferiscono, in base all´utilizzo che si desidera farne.

Un proprietario di fattrice che ha ricevuto nel linear score per le prime caratteristiche sotto un punteggio tra 5/10/15 (quindi testa pesante, attaccatura pesante e collo corto)


potrebbe ad esempio scegliere uno stallone con il punteggio sotto per migliorare testa e attaccatura collo ma non per ottenere un collo piú lungo.

Ovviamente negli anni, la preferenza si é spostata maggiormente sulle caratteristiche piú adatte allo sport come anteriori e pastorali piú lunghi, collo e petto piú sottili, schiena piú lunga, spalla inclinata, etc e quella che viene definita conformazione ascendente (groppa leggermente piú bassa e garrese leggermente piú alto) in quanto, tale conformazione permette risultati per una maggiore versatilitá e risultati sportivi migliori perché facilita l’ingaggio del posteriore, l’estensione degli anteriori, e un collo piú lungo, unito a un’attaccatura piú leggera, rendono ovviamente il soggetto piú flessibile e sensibile alla mano del cavaliere (tutto ció sempre e solo a titolo di esempio, in quanto la rigiditá dei movimenti o una scarsa ampiezza degli stessi o anche il carattere e la svogliatezza potrebbe ridurre l’attitudine allo sport) una razza piú versatile é anche piú ‘vendibile’, che per gli allevatori non é un aspetto trascurabile.

Qualche anno fa, questa tendenza era stata portata un pó all’estremo e la preferenza per i soggetti piú leggeri stava portando alla perdita di alcune delle altre caratteristiche di razza. Il frisone, in generale, non ha un ottimo ingaggio del posteriore, é vero, ma ha una morbidezza dei movimenti e un caratteristico movimento degli anteriori che va tenuto in considerazione, proprio in quanto caratteristica di razza. Negli ultimi anni, sia Kfps che allevatori, hanno fatto un piccolo passo indietro e la tendenza attuale é comunque quella di preferire un cavallo piú versatile e con una conformazione piú adatta allo sport ma senza perdere comunque altri aspetti tipici del frisone (incluse criniera e coda folta).

Quindi, in generale, le tipologie non sono mai esistite davvero, come si dice all’inizio, in Olandese si parla di pesante e leggero e la tendenza attuale é quella di evitare tutti gli estremi, quindi sia soggetti troppo pesanti sia troppo leggeri, e prediligere un equilibrato mix tra i due.

Anche nelle selezioni quindi, la giuria giudica e dá molto valore a un insieme di caratteristiche e soprattutto al movimento (motivo per il quale un cavallo ‘bello’ ma con movimenti giudicati non sufficientemente ritmati, fluidi, ampi, etc, non riceve il premio anche se la media delle 5 categorie sarebbe numericamente corretta per avere un 1, 2 o 3 premio). Analizzando attentamente la parte del punteggio parziale del linear score, appare immediatamente chiaro che le categorie Caratteristiche di razza - Morfologia - Piedi e gambe sono direttamemente collegate e imprenscindibili da quelle di Passo e Trotto, proprio perché, ancora solo a titiolo di esempio, collo corto e robusto o degli anteriori corti, non permettono l’equilibrio, l’ingaggio e l’estensione che si desidera vedere in passo e trotto.
Quindi le distinzioni, tipologie non esistono, si punta solo ad un tipo unico di cavallo, il frisone, migliorato dai tempi in cui veniva utilizzato solo per i lavori agricoli (per cui la linea pesante era ovviamente preferita) e in grado di muoversi meglio in senso generale.

1,60 é un’altezza standard. L’altezza media é aumentata, come diretta conseguenza di alcuni obbiettivi di allevamento e selezione (gambe lunghe etc) ma i frisoni, anche solo 10/15 anni fa, erano mediamente tra 1.56/1.63.


Redatto dalla Dott.ssa Valentina Landolfi
Vice presidente e Tecnico di Razza Frisone



+39 3498322717
+39 0461 095446 FAX
Associazione Friesian Horse Italia
Via Don Sturzo, 5
38017- Mezzolombardo (TN)
Copyright- Friesian Horse Italia 2017
Torna ai contenuti | Torna al menu